....esplorare con circospezione, delicatezza e rispetto gli interni, in cerca di motivi che raccontino della gente, senza che ci sia anima viva . Nel loro universo domestico, gli oggetti quotidiani hanno come addosso un presenza umana intensa e parlano un loro linguaggio evocativo forte e affettuoso. La vecchia cucina, con tutto in vista, il tavolino alla finestra con la vecchia panca e i campanacci alla parete, la scodella di latte sul tavolo, le gerle, i legami di ferro,gli attrezzi nel locale ripostiglio sono carichi di gesti e di parole.

Là dove si trovano hanno abitato, insieme alle donne, gli uomini,ai bambini, che ve li hanno collocati, che li hanno toccati, usati, puliti, guardati ogni giorno. Gli esterni, al contrario, dicono la solitudine, l’assenza, come realtà o come presentimento o come timore: Ecco cosa sarebbero,cosa potranno essere i paese, le strade, le case senza la gente che li fa vivere.
(GIULIO SPINI dal volume Sopravvivenze)


La nostra montagna come realtà umana conserva ancora il patrimonio di legami col suo passato?

L’acuto sentimento delle proprie radici, il desiderio di non disperdere l’essenza della cultura montanara, ha fatto nascere l’idea di un esposizione di pubblicazioni mirate al fine di sostenere e rivitalizzare la cultura, le tradizioni, Alpina con l’aspirazione a una identità nuova per tempi nuovi con testimonianze dirette di scrittori e fotografi come omaggio alle terre di  montagna.  

indietrohome.html

La Pro Loco Valle del Bitto di Albaredo in collaborazione con Progea Edizioni, apre al pubblico una Biblioteca/Libreria di Cultura Alpina in Albaredo per S.Marco a quota 1000 mt. s.m. allo scopo di promuovere valorizzare la Cultura e la Tradizione di Montagna.  Lo spazio posto sulla strada di S. Marco è anche un punto informazioni allo scopo di suggerire e guidare lungo itinerari escursioni nella Montagna Orobica e in altre Vallate che presentano possibilità escursionistiche di particolare suggestione. 

Nella Biblioteca è possibile fermarsi, consultare libri, riviste, guide e pubblicazioni di Montagna, acquistare i particolari volumi strettamente a carattere locale e ricevere informazioni sui luoghi dove assaggiare e comprare il famoso formaggio Bitto; in quali stagioni e momenti “incontrare” la miglior luce per fotografare e conoscere i percorsi naturalistici meno noti ma di grande fascino naturalistico.   

....L’apertura della Biblioteca/Centro di Cultura Alpina, e punto informazione, è stato possibile grazie a Enti con BIM Sondrio, e Pro Valtellina, per i Volumi donati alla Biblioteca si ringrazia la Provincia di Sondrio, il BIM, Pro Valtellina, Comunità Montana di Sondrio, Comunità Montana Val Chiavenna, La Comunità Montana Val Brembana, il Centro Studi Valle Imagna





Si ringrazia inoltre Attilio Nobili per i libri storici. 

Bacino Imbrifero dell’Adda-SO

Provincia di Sondrio

Pro Loco Valle del Bitto di Albaredo

home.html